Scegliere


Mi si pongono domande ... 'cosa faresti tu' ...  ma non esiste una risposta giusta, più vera. Se una società sportiva non ha storico ha già definito se stessa ... non ha rispetto, se non ha rispetto credo sia inutile pretenderlo o rimanere esterrefatti davanti ai 'psuedo-allenatori' che vi propongono come formatori. Quanto accaduto a santambrogio Sabato altro non è che la normalità per quel mondo. Se un allenatore lascia il campo prima della fine della partita ha definitivo inequivocabilmente come interpreta il valore 'rispetto', cosa siete voi per lui ma è lo stesso individuo che la partita prima parla ad un ragazzo di 'la maglietta che indossi ha una storia e la devi rispettare' (davanti ad un alterco di questo ragazzo durante la partita con un avversario) lui, lui che bestemmia, che insulta voi, lui che prende dei tecnici durante le partita per 'rotture di cazzo' con arbitro, lui che perde sistematicamente tutte le partite colpevolizzando i giocatori. Poi non entro nella macchietta del suo vice che davanti a domande di un adulto che rimprovera e chiede spiegazioni dell'accaduto in maniera educata non trova altro che scrivere sul gruppo di voi ragazzi (non su quello dei genitori) ... 'non so cosa mi ha trattenuto dal mettergli e mani addosso' ... fantastica codardia. (ma sono gli stessi che diffamano me da lontano senza mai avere avuto la dignità di venire a dirmelo in faccia)

  1. Avendo preso un impegno lo porti sino in fondo
  2. Vattene immediatamente

ma probabilmente entrambe sarebbero errate. Sono un immediato, un impulsivo quindi la mia scelta sarebbe palese 'via subito' ma quel via subito lo posso fare perché fin dall'inizio pongo le regole, pongo i miei valori che nessuno può toccare. Voi avete sempre accettato il palo in culo, almeno sino ad ora. In 40anni quella società che come da sito 'chi ci sceglie non ci lascia' piuttosto che 'formiamo campioni' mai ha celato cosa è, cosa fa, mai ha negato le bestemmie del suo fare vero rispetto al suo finto dire. 40anni di silver esprimono molto bene tutto no? Certo, seregno, cabiate, giussano e tutte le altre robe che usano i ragazzi per il proprio ego sono uguali, alcune sono in un categoria più alta ma non perchè la hanno vinta sul campo, semplicemente perchè la hanno comperata coi soldi. Vorrei riportarvi una frase che ritengo molto bella che abbiamo sul sito in Accademia/BTA LAB che forse dona risposta al quesito iniziale:

... 'Nudo mentre sei completamente vestito. Questo è il concetto alla base di The BTA Lab. Abbiamo una lunga storia nel parlare e difendere le cose in cui crediamo. Le cose possono essere diverse se abbiamo il coraggio di cambiarle. Pensiamo che il lavoro di un artista, quello di un allenatore, sia quello di dire la propria verità dalla propria prospettiva. Questo lavoro è parte integrante della nostra arte, perché è una grande parte di come pensiamo e vediamo il mondo. Speriamo che le persone siano motivate a portare il loro contributo per migliorare il mondo del basket. Molti allenatori tendono a presentare i giocatori come oggetti statici e passivi, obbedienti al loro comando, se sbagli esci dal campo, creando solo anime vuote. The BTA Lab offre vita e anima, presenta una visione fatta da atleti esuberanti e fiabe che possono diventare realtà. Non usiamo i ragazzi come appendiabiti improbabili per vestiti impossibili. Prendiamo vestiti e creiamo situazioni in cui accadono cose strane e meravigliose. Troviamo lo straordinario in qualcosa di semplice, umano e reale … la libertà di essere quello che sei. Questa è la scelta, e noi abbiamo il permesso di scegliere.' ...

La scelta se essere appendiabiti per l'ego di altri resta vostra libera scelta ma i puntini sulle famose 'I' vanno messi sin dall'inizio altrimenti ... non si può borbottare dopo.