Mascarpone Cremoso

Aggiungere al carrello
  • Descrizione

Inizia un’avventura.


Gusti, profumi, consistenze e forme diverse, un vero universo che racchiude il quotidiano delle nostre “fiabe”, dei nostri ricordi, dei nostri sogni, del nostro vero. Annusi, assaggi, assapori e ne trai una conclusione, una riflessione che è la tua interpretazione, unica e propria.

Il momento era giunto, non so quale fosse il motivo all’ origine della mia scelta ma FU. Uno stralcio di vita, un vissuto, un racconto, una realtà. Nasco fra le montagne, fra limpidi ruscelli e cielo cristallino, dalle mani raffinate del vero di ieri accarezzato dal vento del nord che inebria di libertà la grotta dove sono adagiato a maturare. Qui tutto è tradizione, speranza e sensibilità che deriva da quella memoria che tanto a parole ci sta a cuore. Fra poco sarò in grado di vedere il mondo, di vedere cosa oltre la mia grotta mi riserba il destino, chissà a quale meraviglioso tagliere avrò l’ onore di partecipare, feste, incontri … la vita. Questo almeno nel mio pensiero, un pensiero dovuto conoscendo l’ arte, la maestria che mi hanno dato la vita.

Ora esco dalla grotta, due mani forti, nervose, ansiose e nel contempo delicate sono giunte, mi girano, mi spolverano, mi fissano e quasi coccolandomi, mi parlano e finalmente conosco, conosco il mio nome, Pecorino. Imparo presto che molti portano un nome come il mio, magari con aggiunta di ingredienti diversi, imparo e comprendo che tutte quelle forme e formette che mi hanno dato compagnia nel tempo trascorso nella grotta sono come me, modellate e curate anch’ esse ma … il processo di trasformazione non è uguale, pur essendo le stesse mani a lavorarci, forse qualcosa nella grotta influisce diversamente su noi formaggi ed ecco occhiature, gonfiori e altro, ma sono ancora troppo giovane per scorgere le dinamiche che di ciò sono causa. Ora unico pensiero che scorre veloce nella mia mente e si adagia nelle profondità dell’ anima è conoscere, esplorare, evolvere.

Dalla grotta sono portato in un posto meraviglioso, credo a scuola di conoscenza, un grande spazio, qui tanti altri tipi di formaggi e derivati fanno capolino, parlano lingue diverse ed ognuno racconta la sua storia, la sua provenienza, il suo territorio, i suoi sogni, le sue speranze. Imparo che esistono molto grotte, molti mani che qui e là assemblano, modellano, curano, sorreggono al fine di creare un qualcosa di unico, di proprio ma che sia comunque parte di tutti, o che comunque, tutti abbiano possibilità di conoscere. Questo deve essere il mio mondo, questa deve essere la mia vita. Forme piccole, forme grandi, profumi forti, delicati, profumi che inebriano, colori diversi, consistenze diverse, insomma decine e decine di differenze colgo, quindi decine e decine di poesie. Ascolto, conosco, imparo e mi creo un immagine del vicino. Formaggi a pasta molle, a pasta dura e semidura, magri, grassi, di latte di pecora, bufala, vacca, capra, misto e così via. Dopo un po’ lego con alcuni di loro ed ecco vi presento Stilton, Brick, Brillat Savarin, Teleme, Cheddar, Nagelkaas.