Una breve storia del Tea pomeridiano ... il nostro Spogliatoio


"Ci sono poche ore nella vita più piacevoli dell'ora dedicata alla cerimonia nota come tea pomeridiano." - Henry James, Il ritratto di signora.
All'inizio del XIX secolo, divenne di moda che il pasto serale non fosse servito fino alle 8:00pm, molto più tardi di quanto non fosse stato in precedenza. Di conseguenza, le persone presentarono un certo languorino nel divario tra il pranzo e la cena e così fu che un pomeriggio del 1840, Anna Russell, la settima duchessa di Bedford, chiese che un vassoio di tea e spuntini leggeri venissero portati nella sua stanza per attenuare quel languorino prima del pasto serale. Non passò molto tempo prima che invitasse gli amici a unirsi a lei per condividere questo momento nelle sue stanze a Woburn Abbey e continuò l'usanza anche al suo ritorno a Londra. Entro il 1880 la pausa per il "tea" era diventata un evento sociale a sé stante e abbastanza rispettabile da essere ora servito in salotto. Le classi superiori prendevano il tea pomeridiano intorno alle 04pm in punto prima della passeggiata di moda nel periodo ad Hyde Park e alla fine del XIX secolo le sale da tea erano di gran moda soprattutto come luoghi di incontro per le donne. Con l'aggiunta della musica, negli hotel più eleganti iniziarono a svolgersi i "balli del tea", una pratica che continuò fino alla seconda guerra mondiale.

E ora, quasi 200 anni dopo l'innovazione della Duchessa di Bedford, l'usanza di prendere il tea pomeridiano rimane sinonimo di godersi un leggero rinfresco con gli amici in un ambiente elegante, una tradizione che BTA - Basketball Training Academy in particolare è orgogliosa di mantenere fino ad oggi e di portarla all'interno dei suoi spogliatoi per 'costruire' attraverso le parole e i momenti ... una Squadra unita.



Se dai alle persone l'opportunità di impegnarsi e le lasci partecipare, tutti ne possono beneficiare.
Oggi questi spazi e passatempi svolgono ancora un ruolo importante nella formazione di una squadra.



Quando si vive, si gioca e si dialoga tutti insieme, diventi profondamente consapevole di qualcosa che si crea tra le persone, un legame di esperienza che nessun altro al mondo ha o potrà mai capire correttamente. Quel legame deve inevitabilmente trovare un modo per esprimersi, che sia attraverso battute, discorsi profondi, soprannomi o qualcuno che ride o qualcuno che canta ... il nostro Spogliatoio, il nostro BTA Tea-Time.